Il disastro ambientale è per definizione la compromissione irreversibile di un ecosistema, che causa danni allo stesso o alle persone che lo abitano.

A partire da 2015, il disastro e l’inquinamento ambientale sono diventati reati penali punibili dai 5 ai 15 anni di reclusione; la pena è aggravata se l’azione è commessa in aree protette.

Alcuni casi famosi di disastro ambientale sono

Un panorama decisamente incantevole nella tranquillità incontaminata della natura.

Esteso lungo il bacino del torrente Marano il parco omonimo si distingue per la bellezza del paesaggio, caratterizzato da una flora ricca di specie, che si lascia ammirare fra salici bianchi e pioppi neri ed un’ampia varietà di fiori.

Al pari della vegetazione il parco risulta abitato da una fauna estremamente

Esistono delle norme che interessano strutture sanitarie sia pubbliche che private, norme che concernono l’igiene e la sicurezza, in riferimento ai rifiuti. Queste norme sono fondamentali per tutelare l’ambiente che ci circonda, e non devono essere sottovalutate. Ma non parliamo ovviamente di rifiuti comuni ma di rifiuti organici, di rifiuti appunto sanitari.

I rifiuti che ad esempio vengono

Divani abbandonati, sacchetti sparsi qua e là, residui di lavori edili e chi più ne ha più ne metta.

Ma può mai essere questa la cartolina, o se volete l’istantanea, della meravigliosa Sicilia? Oltre il danno, anche la beffa! Infatti, la Regione, dovrà pagare l’ennesima multa all’Unione Europea in materia di errata gestione del ciclo di smaltimento dei rifiuti. Totale 5 milioni di euro.

E